Giovedì, 23 Maggio 2019 20:02

I FUMETTI CHE ACCENDONO LA MENTE

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Agata: questo progetto mi ha aiutata a crescere e a riflettere. Nei dibattiti si poteva intervenire senza essere giudicati; anche questo ci ha aiutato a parlare di temi delicati che ci riguardano molto.

Sabrina: Durante questo progetto ho cercato di partecipare il più possibile, ma non ho cambiato il mio modo di pensare: ho sempre pensato infatti che le differenze non fossero un difetto, ma un pregio, quindi la penso sempre così.

Ilaria P. : questo percorso mi ha reso più consapevole.

Abdessalam:  questo progetto ha ribadito degli argomenti molto discussi, anche se in modo innovativo, perché al posto di discutere abbiamo rappresentato un fumetto.

Gaia: questo progetto mi ha fatto riflettere su quanto le persone possano essere cattive nei confronti di un etnia, una religione o un genere diversi dalle loro.

Beatrice: Penso che ogni persona sia libera di essere se stessa senza venire discriminata.

Giulia: Questo progetto è stato molto alternativo. Il lavoro al computer è stato divertente, ma anche un momento di riflessione su queste differenze che portano a discriminazioni e offese.

Aurora: questa attività mi ha aiutata ad esprimere la mia opinione che spesso non riuscivo a dire per via dell’argomento difficile. Perciò voglio ringraziare Demian e Carolina.

Bleron: questo progetto mi ha fatto riflettere internamente su argomenti molto delicati facendomi esprimere la mia opinione, grazie alle discussioni, e dandomi altri punti di vista. E’ stato utilissimo, almeno per me.

Giorgia: questa attività non ha cambiato le mie idee: ero già consapevole riguardo queste tematiche e non ho mai discriminato nessuno

Melk: il progetto è stato molto bello, però nel programma non c’erano molte immagini da inserire.

Marianna: questo percorso mi ha fatto aprire gli orizzonti e capire che non esiste solo quello che penso io.

Eleonora: Ho scoperto e capito nuove cose che mi serviranno per tutta la vita.

Sofian: questo progetto mi è stato molto utile perché adesso prima di dire una frase ci penso perché alcune volte le parole feriscono più di un taglio.

Francesca: questo lavoro ci ha dato l’opportunità  di discutere su temi che ci toccano tutti i giorni e di vedere altri punti di vista per avere una visione più ampia del mondo e per capire meglio quale ruolo devono avere le differenze nella nostra vita.

Ilaria Z. : a me è servito parlare perché certe cose non le sapevo.

 
Letto 418 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Maggio 2019 20:05