Lunedì, 03 Giugno 2019 16:14

UN GIORNO AL CASTELLO

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Giovedì 23 maggio 2019 la IB e la IE sono andate in gita a Castel Thun. Partendo dalla fermata vicino a scuola abbiamo preso un pulman per arrivare al Castello. Arrivati sotto il castello nella salitina abbiamo incontrato il simbolo della conchiglia del cammino di Santiago ( magari uno fra i tanti percorsi che conduce ad esso).

 Arrivati in cima a questa piccola collinetta ci hanno fatto entrare ed abbiamo percorso il seguente giro:

·         MEZZA LUNA / TORRE LUNATA: veniva utilizzata come torre d’avvistamento; dove adesso ci sono le tegole più basse una volta c’era un camminamento che si raggiungeva con una scala formata da dei gradini attaccati al muro

 

·         LUOGO DOVE UNA VOLTA SORGEVA LA FILANDA: la filanda fu costruita nel 1854 per la vasta coltivazioni di alberi legati alla produzione dei bachi da seta, ma quando si vide che questa lavorazione non serviva a molto venne distrutta

 

·         PORTA SPAGNOLA: fu costruita nel 1566 ed incorporata ad una torre; essa collega con un camminamento altre due torri d’avvistamento. Attraverso questa porta si accede al ponte levatoio e al primo cortile

 

·         STEMMA DELLA PORTA SPAGNOLA: esso contiene disegni e la data di costruzione

 

·         CAMMINAMENTI: punti di controllo per proteggere il castello

 

·         TORRI DELLE PRIGIONI: qui venivano tenuti i prigionieri

 

·         PORTA BLASONATA: questa porta protegge il mastio ed è stata costruita nel 1541

 

·         STEMMA DELLA PORTA BLASONATA: esso contiene simboli e la data della sua costruzione

 

·         MASTIO: era il cuore del castello e rappresentava il luogo dove i sovrani si riparavano durante gli        attacchi

·         TURRIUS: Turrius primo ar ci adiuncta 1422 die 17 8bris 1689 totaliter lapsa de novo aedifi cata

 

 

·         RICOSTRUZIONE DI CASTEL THUN IN MINIATURA: è la rappresentazione in 3D che aiuta a capire com’è strutturato il castello

 

·         CONTENITORE DI FARINE PER IL PANE: è un mobile con tanti cassetti che contenevano vari tipi di farine per le diverse tipologie di pane

 

·         FORNO: qui si cuoceva l’impasto del pane

 

·         CUCINA VECCHIA: era il luogo dove le cuoche cucinavano, poi attraverso una scala portavano il cibo al sovrano

 

·         MINI STUDIO: dove i sovrani leggevano e scrivevano delle lettere

 

TAVOLA REALE APPARECCHIATA: rappresentazione di come veniva apparecchiata la tavola per i sovrani

 

·         LETTO DELLA STANZA DELL’ ULTIMO PRINCIPE-VESCOVO: era stata fatta decorare da lui a suo piacimento

 

·         PORTA DELLA STANZA DELL’ ULTIMO PRINCIPE-VESCOVO: è stata fatta portare da lui dal secondo piano   al terzo perché gli piaceva, ma se si prova ad aprirla ora dietro c’è un muro

 

·         STUFA DELLA STANZA DELL’ ULTIMO PRINCIPE-VESCOVO:  è costruita in maiolica. Se ne trovano molte altre all’interno del castello poiché soprattutto la notte faceva molto freddo

 

Dopo il tour del castello abbiamo ripreso il pulman e siamo andati al lago di Coredo, dove abbiamo pranzato e ci siamo divertiti. Io mi sono divertita molto ed è una gita che consiglio.

 

ROMANATO MADDALENA IB 30/05/2019

Letto 441 volte