Giornata della Memoria
Scritto da Paola Ianes   
Giovedì 09 Febbraio 2017 16:30

Nella Giornata della memoria abbiamo fatto una riflessione partendo da alcune frasi di Bertolt Brecht e da un brano dove si racconta dell’arrivo di un ispettore in una classe nel periodo successivo alle leggi fascistissime. Questo ispettore legge una lista di nomi di alunni che non potranno più frequentare la scuola.

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Febbraio 2017 20:08
Leggi tutto...
 
"A piedi... conclusione del progetto"
Scritto da Paola Ianes   
Lunedì 24 ottobre i ragazzi delle tre classi che nello scorso anno avevano partecipato al progetto avranno finalmente la possibilità di confrontarsi direttamente con l'autore
 
 

Si è concluso nel migliore dei modi  il progetto basato sul libro dello scrittore Paolo Rumiz "A piedi".

Le tre classi che hanno letto il libro e giocato in piattaforma hanno infatti provato l'esperienza del camminare sulle tracce dell'autore con la gita scolastica nei luoghi protagonisti del diario di Rumiz.

alt"Trieste è ai miei piedi e pare già lontana".

alt"Continuo sull'orlo dell'altopiano con vista stupenda in tutte le direzioni".

alt"In posti così l'erba è pettinata come il pelo sulla schiena di un cavallo e non crescono alberi, così il paesaggio è visibile senza ostacoli"

alt"Il sole picchia ma sono protetto dalla boscaglia, un intrico di carpini, frassini e querce che mi fornisce un'ombra provvidenziale".

alt"..infilo una strada bianca in salita verso ovest, cerco di cavalcare l'ultima propaggine dell'Istria con l'Adriatico sui due lati".

alt"Poi è l'ultimo strappo. Cinque chilometri per il promontorio dei promontori, l'imbarco di tutte le rotte e il trampolino di tutti i tuffi del Mediterraneo".

Dai diari di viaggio dei ragazzi :

"Abbiamo camminato in mezzo al verde e al mare. Non è stato per niente pesante camminare, anzi, molto bello.."

                                                                         Sofia

"Rumiz tiene un diario del suo viaggio, ed è quello che sto facendo ora anch'io. Tenere un diario è bello perchè puoi scrivere le cose che vedi, e rileggendolo puoi ripensare a quei momenti e dire  :  - Che bello che è stato! Potessi ritornare a quel giorno!-".

                                                                        Aurora

"Ho capito perchè Rumiz scrive il suo diario al momento, rende più facile descrivere gli ambienti o gli stati d'animo e so che se avessi scritto questo diario la sera non sarei riuscita a descrivere al meglio questa giornata".

                                                                       Serena

"Questa gita oltre che istruttiva è stata molto bella e divertente specialmente grazie alla compagnia dei compagni senza bisogno dei cellulari".

                                                                         Nadia N.

 

 

Venerdi 3 giugno, rinfrancati dalla gita, le classi hanno affrontato l'ultima sfida...terminata con la vittoria ( per un soffio ) della classe 2D.

 

2B

2D

2E

PRIMA SFIDA

50,5

62

53

SECONDA SFIDA

101,5

99

100

TERZA SFIDA

80

95

102

DIARI DI VIAGGIO

11

6

8

SFIDA FINALE

33

33

31

TOTALE PUNTEGGIO

276

295

294

 

Sono stati premiati anche gli alunni che hanno totalizzato il maggior numero di punti sulla piattaforma :

1°Debora Simonini

2° Martino Micheletti

3° Francesca Simonini

 
 
 
Martedi 24 maggio le classi si sono sfidate con dei giochi sulle ultime 3 giornate di cammino.
Questa volta, oltre alla ricostruzione dei percorsi e di alcune pagine del libro, si sono confrontati con le figure retoriche presenti nel testo ma hanno dovuto anche inventarne qualcuna:
ecco le creazioni dei ragazzi di 2b:
Nuvole di pensiero mi tormentano.
La pancia della montagna sta piangendo sassi.
 
Un ulteriore gioco prevedeva l'interpretazione del pensiero critico e di alcune frasi di Rumiz particolarmente significative.
Questi i risultati della terza sfida :
2B :  80 PUNTI
2D : 95 PUNTI
2E : 102 PUNTI
 
 
Le classi seconde B, D e E hanno iniziato la lettura del libro :


A PIEDI /di Paolo Rumiz ; ill. da Alessandro Baronciani. - Milano : Feltrinelli, 2012. - 119 p. - (Feltrinelli Kids. Saggistica narrata).

La lettura del libro è inserita in un progetto che prevede una serie di giochi che i ragazzi troveranno in piattaforma a partire dal mese di marzo ( sull’esempio della trasmissione  televisiva “Per un pugno di libro” e di altre sfide di lettura) per una messa alla prova individuale. 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 9